ICONOGRAFIA CLASSICA E RELIGIOSA

ICONOGRAFIA CLASSICA E RELIGIOSA

 

Introduzione ai vari livelli di analisi; iconografia come strumento per la datazione di un’opera e una corretta identificazione dei soggetti.- Corso intersettoriale
Orario
da definire
Date
Partenza da definire
Docenti Stefano Zuffi / Raffaella Ausenda –  Luca Melegati
Livello Impostazione Intersettoriale – 27 ore
I corsi saranno attivati con un minimo di 8 iscrizioni e chiusi con un tetto massimo di 15

Iconografia classica e religiosa

La comprensione del significato di un’opera d’arte comporta più livelli di lettura. In questo corso il focus è sul linguaggio iconografico ovvero quel complesso di elementi figurativi, grafici e compositivi che costituiscono le immagini rappresentate. Attraverso l’analisi di questi elementi allo scopo di decifrarne i soggetti, rintracciarne le derivazioni, le persistenze, le mutazioni se ne attesteranno le peculiarità fondamentali (per es. il ritratto nel suo valore storico-documentario) o accessorie (per es. le posture, i gesti, gli attributi dei personaggi rappresentati).

La corretta lettura iconografica consentirà di ricostruire le relazioni delle opere con il contesto storico e culturale che le ha prodotte, di indagarne le ragioni stilistiche e formali, di riconoscerne soggetti, temi e significati anche simbolici per una corretta interpretazione, identificazione e datazione.

Nel corso si analizzeranno nei diversi settori dell’arte, dalla pittura alle arti decorative, le rappresentazioni tratte dalle fonti che hanno ispirato la cultura religiosa di matrice cristiana di figure e temi quali i Profeti, la Creazione del mondo, Adamo, Adamo ed Eva, il Peccato originale, Caino e Abele, Noè ecc. dall’Antico Testamento; la Vita di Gesù, di Maria Vergine, i Santi, gli Angeli, l’Apocalisse, il Giudizio universale ecc. ispirate dal Nuovo Testamento. Si analizzeranno le rappresentazioni ispirate dalle fonti della cultura di matrice classica di figure e temi che vedono protagonisti eroi e divinità mitologiche dalle Metamorfosi ovidiane e le derivazioni di stampo classico nelle immagini di ambito settecentesco fino alle fonti moderne con la rappresentazione dei soggetti protagonisti della Commedia dell’Arte.