Le maioliche rinascimentali raccolte da Giuseppe Bossi | con Raffaella Ausenda

Le maioliche rinascimentali raccolte da Giuseppe Bossi | con Raffaella Ausenda

Conferenza CAPOLAVORI DELLE PIÙ PRESTIGIOSE COLLEZIONI MUSEALI DI MAIOLICA ITALIANA
Martedì 21 maggio | Ore 17.30. Sala della Passione, Palazzo di Brera, via Brera 28.

INGRESSO ESCLUSIVO E RISERVATO AI SOCI dell’Associazione Amici di Brera, contributo libero a partire da 5 euro

La Conferenza

Celebri milanesi, artisti, aristocratici e imprenditori, hanno sempre amato moltissimo collezionare ceramica. Lo dimostrano, ad esempio, le maioliche rinascimentali raccolte da Giuseppe Bossi, per decenni conservate in un armadio dell’Accademia di Brera ed oggi esposte nelle vetrine del Castello Sforzesco. La prossima estate si terrà un’importante mostra dedicata all’origine delle più belle raccolte di maiolica dei grandi musei italiani. Avrà luogo alla Pinacoteca di Varallo, che ne possiede una magnifica collezione, recentemente donata dall’industriale Luciano Franchi. Ne parlerà Raffaella Ausenda, storica dell’arte e tra i massimi esperti di maiolica con la conservatrice della collezione di Maioliche del Museo di Varallo Giulia Anversa.

Come associarsi

La conferenza fa parte del programma delle proposte culturali dell’Associazione Amici di Brera ai propri associati. Chi ancora non lo fosse può associarsi richiedendo la tessera recandosi in sede presso l’Accademia di Brera o prima della conferenza rivolgendosi al responsabile ivi presente.
Per maggiori informazioni chiamare gli Amici di Brera 02 72023519

Estratto dal sito delle Raccolte Artistiche del Castello Sforzesco, Milano (MI):

“Le collezioni Trivulzio e Bossi - Straordinario l’apporto giunto al Museo dalla collezione Trivulzio nel 1935 con i celeberrimi Arazzi dei Mesi, uniti a oreficerie, avori, dipinti, sculture e i codici e gli incunaboli conservati nella Biblioteca Trivulziana. Non si possono dimenticare gli avori tardoantichi raccolti e donati dal pittore Giuseppe Bossi insieme ad alcuni bronzetti michelangioleschi e a maioliche istoriate rinascimentali.”